Skip to main content

L’Home Staging è una tecnica di marketing utilizzata principalmente dalle società ed agenzie immobiliari per presentare al meglio un immobile.

A questo proposito, ci piace spesso utilizzare questa frase del famoso architetto Le Corbusier: “Preferisco disegnare piuttosto che parlare. Il disegno è più veloce e lascia meno spazio alle bugie”.

Questo è il modo più efficace e sintetico per spiegarti il significato di Home Staging. Cos’è e qual è il suo ruolo nella pratica quotidiana del settore immobiliare è presto detto: si tratta di uno strumento estremamente utile ed attuale che facilita la comunicazione tra venditore ed acquirente.

Ma partiamo dall’inizio, e vediamo ogni dettaglio riguardo l’Home Staging: cos’è di preciso, come si realizza fisicamente o virtualmente, e perché conviene utilizzarlo.

Allestire un'abitazione

Il significato di Home Staging: cos’è e a cosa serve l’allestimento di un immobile 

La definizione e traduzione in italiano della parola Home Staging è questa: “allestimento o messa in scena della casa”. Il significato letterale è quindi piuttosto chiaro. Ma in che cosa consiste esattamente questo “allestimento”? E qual è il suo significato più profondo?

L’ideatrice dell’Home Staging fu un’agente immobiliare americana, Barb Schwarz, che negli anni Ottanta, per prima capì che la casa, come ogni altro prodotto immesso sul mercato, dovesse essere presentata nel modo migliore per poterne esprimere tutto il potenziale.

Argomento quanto mai attuale!

Oggi ci stiamo sempre più abituando a fare delle scelte di acquisto partendo dalla modalità online, attraverso le immagini che vediamo al computer. Questo vale anche quando dobbiamo acquistare una casa o un appartamento.

Se la foto di un determinato oggetto ci attira, se i colori in qualche modo sanno comunicarci una sensazione, se riconosciamo ordine ed armonia, l’istinto ci fa cliccare e scegliere quel soggetto piuttosto che un altro.

L’idea della Schwarz nel settore immobiliare nasce proprio dal presupposto che i processi di acquisto scaturiscono dalle emozioni. È proprio nei primi secondi di una visita che il potenziale acquirente si “innamora” proprio di quell’immobile. La casa sa esprimere sentimenti nascosti a cui non sappiamo dare un nome, ma che nonostante questo riconosciamo e scegliamo.

L’Home Staging riesce letteralmente a far sognare il cliente attraverso le immagini, reali o virtuali che siano.

Come fare home staging?

Probabilmente avrai sentito nominare le parole Home Staging fisico o classico, e Home Staging virtuale o Virtual Home staging. Cos’è che differenzia queste due tipologie di allestimento? Ci arriviamo subito.

Abbiamo parlato dell’importanza di allestire la casa in modo tale che risulti accogliente, luminosa e che sappia comunicarci sensazioni positive, ma che allo stesso tempo possa trasmettere tutto il suo potenziale ai potenziali clienti.

Questo si può mettere in pratica in due modi: fisicamente, oppure virtualmente. Ma come fare Home Staging nel modo più appropriato? Quale soluzione scegliere? Questo dipende dalle situazioni: vediamo meglio le due tipologie di allestimento possibile e le loro potenzialità.

– L’Home Staging fisico o classico consiste nell’allestire fisicamente la casa con mobili reali o “costruiti ad hoc”. In questo modo il cliente, durante la visita all’immobile, riesce ad avvertire immediatamente la sensazione di casa ma anche a valutarne la disposizione degli spazi interni, gli ingombri degli arredi e la luminosità dei locali.

Questa tecnica è consigliata e preferita da chi deve vendere un immobile già finito.

– L’Home Staging Virtuale non è semplicemente la versione grafica dell’Home Staging fisico, ma è a tutti gli effetti un progetto di arredo o di Interior Design, realizzato per appartamenti in vendita e rappresentato attraverso render fotorealistici.
Viene utilizzato principalmente per immobili in costruzione o da ristrutturare, soprattutto nel caso in cui si voglia proporre una nuova distribuzione degli ambienti.

L’Home Staging Virtuale è quindi anche un ottimo aiuto per i clienti in quanto offre anche spunti di arredamento. Consente un dialogo estremamente semplificato tra venditore ed acquirente e agevola la comprensione del progetto stesso.

Noi di MA Living prediligiamo la scelta virtuale dell’Home staging in quanto la vendita sulla carta/online è sicuramente la modalità migliore per proporre un immobile sia per noi venditori che per gli acquirenti.

Soprattutto in questo particolare periodo dove per abitudine o un po’ forzati siamo propensi a visionare qualsiasi prodotto prima online e poi dal vivo, troviamo nell’allestimento virtuale di case e appartamenti la possibilità di presentare i nostri progetti in una modalità più chiara e comprensiva.

Inoltre, vogliamo aggiungere che è più semplice comprendere la planimetria di un’abitazione ed i suoi render fotorealistici e riuscirne a vedere il risultato finale del progetto, piuttosto che visionare l’immobile dal vivo durante il cantiere o peggio ancora prima di iniziare i lavori di ristrutturazione.

Attraverso l’allestimento virtuale, possiamo anche offrire al cliente la possibilità di personalizzare la sua futura casa o dare consigli in merito.

Lockdown e quarantene ci hanno messo di fronte a pregi e difetti delle nostre abitazioni e mai come ora sentiamo la necessità di una casa che sia comoda ma anche funzionale ed esteticamente piacevole all’occhio!

Se sei in cerca di un immobile e sei incuriosito dall’argomento, dai un’occhiata alla nostra sezione progetti e vedrai i nostri render fotorealistici e i dettagli di ogni nostra operazione immobiliare.

Se invece sei un investitore, l’unico nostro suggerimento aggiuntivo è quello di affidarti esclusivamente ad Home stager qualificati che siano in grado di realizzare render effettivamente fotorealistici e professionali.

Non ti affidare ad un lavoro mediocre solo per risparmiare sul budget iniziale.

Un buon investimento nel Virtual Home Staging saprà sicuramente ripagarti in termini di ritorno economico durante la vendita dell’immobile e certamente ne accorcerà i tempi; leggi di più qui